Razza corsara

“…- I mercati mal controllati e la politica in fuga. Il caso Telecom e la mala privatizzazione” di Raffaele Perrelli

L’acquisizione del capitale Telecom sotto il controllo di Telefonica è stata solo la punta di un iceberg della privatizzazione imponente avvenuta nel Belpaese tra la fine del XX secolo e la prima decade del secondo millennio. Allo stesso tempo, questa manovra economica ha scoperchiato in maniera piuttosto evidente il cinismo del sistema capitalista e una certa crudeltà con cui viene sottratta linfa al popolo in favole di una elite, assai ristretta. Uno degli orgogli maggiori, dopo la pizza e la pasta, ovvero la prestigiosa compagnia telefonica Telecom, veniva venduta in assoluta leggerezza alla Spagna, ad un costo iper economico. Tutto infatti ebbe inizio nel 1997 con la privitizzazione della compagnia di bandiera, senza che nessun tipo di preavviso, annunciasse o comunque facesse ipotizzare questo evento. Anche se gran parte della politica italiana continua a fare spallucce, quello che abbiamo perso in termini di prestigio, anche sotto il profilo occupazionale, è davvero notevole.
Delle conseguenze dei mercati controllati in maniera balorda e scriteriata, pensando solo al ritorno economico di pochi magnati privati, ne discute Raffaele Perrelli, in questo bellissimo testo, dal sapore amaro.
Impossibile rimanere indifferenti rispetto al sapere quanti milioni di pil abbiamo perso a causa di questa scelta scellerata. Anche i più acerbi in maniera finanziaria, riusciranno a cogliere la decadenza di un regime politico incapace di contrastare i poteri delle lobby, perchè trasversalmente invischiato con loro. Sfogliare le pagine di questo testo, porta a ridisegnare anche i termini con cui giudichiamo chi ci governa. Leggere il valore dei redditi annui dei capi di partito, ha poco senso, se non si comprende il giro di “strani fondi” che rotea attorno ad associazioni no profit ed appalti milionari o persino miliardari, come per il caso Consip, in cui, guarda caso, è coinvolto niente poco di meno che, il padre dell'(ex?) premier Renzi.
Razza Corsara è un libro adatto a tutti, in particolar modo per coloro che hanno sempre creduto nel Capitalismo, ma che, negli ultimi 20 anni di politica, da tangentopoli in poi, ne hanno ridimensionato il giudizio, a causa della deriva di privatizzazioni, avvenute su territorio nazionale. Seat pagine gialle, Telecom, chi sarà la prossima? Voci di corridoio, confermate anche dalla lettura di “Razza corsara”, lasciano pensare che sarà Alitalia e le conseguenze che questa operazione potrà avere in termini di delusione popolare, potrebbe forse portare una volta per tutte il Movimento 5 stelle a Montecitorio con la maggioranza assoluta. Anche se questo non viene esplicitamente detto dall’autore, ad una profonda analisi del volume, è possibile certamente dedurlo.

Per chi fosse ineteressato a questo libro edito da Rubbettino:

You may also like

Leave a comment