leggere pdf nel parco

Leggere in PDF fa bene

L’era digitale è ormai giunta in una sua fase più matura e se da un lato aumenta il numero di chi utilizza risorse tecnologiche nella propria vita, dall’altro vi sono ancora i detrattori.
Si tratta di gente ottusa e in parte cieca, perchè non è in grado di cogliere tutti i vantaggi di utilizzare mezzi più moderni, come un e-reader per poter leggere i pdf su kindle, ad esempio.
Per fortuna gli amanti dei libri digitali rappresentano di gran lunga la fetta più consistente della popolazione.
Ci sentiamo di schierarci dalla loro parte, pechè i vantaggi di questo sistema di lettura innovativo sono innumerevoli.
Scopriamo assieme perché fa bene leggere in PDF.

Bye bye polvere dalla vecchia libreria: il resto è tutta vita!

La vita contemporanea è veloce, ci sono ore di lavoro da affrontare, figli da portare a scuola, sport, amici, hobby da seguire, insomma una vita da vivere a pieno e sebbene la vecchia, cara libreria in legno massello, strapiena di libri dall’odore inconfondibile, eserciti il suo immane fascino, non ci suscita gli stessi sentimenti la polvere.
Inutile girarci intorno: i libri facilitano la formazione di polvere, spolverare richiede tempo e pulire attentamente una vecchia libreria è quasi impossibile, a meno che non si decida di passare il week end a pulire.
Già, ma poi, se occupiamo il fine settimana nelle pulizie domestiche, quando avremo il tempo per leggere i nostri amati libri?
Quando potremo visitare posti mai visti prima e immaginare di vivere una delle avventure dei protagonisti della nostra lettura?
Ecco che, mentre il fascino del cartaceo inizia a scemare l’e-book inizia a fare capolino tra i nostri pensieri, iniziando a sollevare in noi il dubbio che sia da preferire al classico formato del libro.

La cosa in parte ci sorprende, visto il numero di ore che abbiamo dedicato a questa vecchia forma di lettura. Passare all’improvviso da un libro a un e-reader non è indolore, ma una volta superato lo shock iniziale, ecco che vedremo emergere tutti gli aspetti più positivi.
Pensiamo ad esempio alle dimensioni delle case più moderne. Attualmente, la maggior parte delle famiglie vivono in appartamenti non troppo grandi, all’incirca di 80 mq. La prima cosa che appare evidente è che lo spazio per le grandi librerie non esista più.
Se impariamo a rifiutare la vecchia concezione classica, secondo cui solo quello che vediamo esiste davvero, scopriremo che è molto più facile rinunciare alla “pesante” presenza di una grande libreria nel corridoio o nello studio di casa. Pensare che la cultura possa esistere sono attraverso l’ostentazione di testi e volumi in una vetrina è a dir poco ridicolo, anche se in passato funzionava proprio in questo modo.
Se ci fossimo recati nelle case di persone ritenute importanti, ci saremmo sentiti persi nel vedere quelle librerie così solenni, anche se ad un occhio un po’ più attento non sarebbe sfuggito che la maggior parte di quei volumi, magari dotati di copertina in pelle, non erano mai stati davvero letti.
Nelle classi sociali più agiate, i luoghi in cui venivano custoditi i libri servivano solo a fare una bella mostra di sé e delineare in maniera ancora più evidente, un’appartenenza ad una classe sociale più elevata.
Il libro in PDF è più democratico e non asseconda la “logica dell’apparire”. Consente, invece, una lettura intimista, un profondo rapporto con se stessi, le proprie paure, i propri sogni e istinti, avvicinando in maniera più sincera il lettore alla storia raccontata in un romanzo.
Quando si legge un libro in formato PDF si crea un mondo a nostra misura che resterà custodito nei nostri file, senza diventare un indiscreto biglietto da visita. Da una libreria o da una collezione di libri si può comprendere molto di una persona, ma la domanda che dobbiamo porci è questa

è davvero necessario essere capiti e conosciuti da tutti?

Perché leggere in PDF fa bene

L’e-reader o tablet occupa poco spazio: basta un caricabatteria per averlo sempre al top delle sue funzioni, consente di portare con sé senza peso e senza ingombro molti libri e quindi risulta estremamente funzionale. Lo so, è privo dell’odore magico della carta, ma in questo caso, più che un fascino reale, si tratta di una sorta di chimera, una storia che ci hanno raccontato, un mito che abbiamo alimentato.
Odorare la pagina di un testo non ci avvicina di più al personaggio del libro. Non offre a conti fatti un reale vantaggio.
Spesso si dice che leggere in PDF è un’attività poco amata dai più anziani, ma senza minimamente sapere che invece, proprio questo formato di lettura, si rivela più indicato e adatto alle tipiche difficoltà di chi è più in là con l’età.
L’e-reader consente infatti di aumentare la dimensione dei caratteri, opportunità a dir poco sconosciuta per chi legge il cartaceo, che permetterà ad un anziano signore, con la vista un po’ danneggiata, di migliorare la qualità della lettura e di vedere meglio quello che sta leggendo.

E cosa dire dell’illuminazione?

Si potrà adattare su misura delle nostre necessità. Attraverso una regolazione personalizzata, potremo rendere la lettura più agevole anche in tutte quelle situazioni in cui non è possibile ricevere tutta la luce necessaria per leggere, con il rischio di danneggiare l’organo visivo. E’ il caso di quando si viaggia in treno o si legge nel letto (condizione molto amata dagli adolescenti), per cui, regolando la luminosità dell’e-reader, otterremo una visione dei caratteri del libro sempre eccellente.

Paghiamo meno, leggiamo di più: ecco perché è bello leggere in PDF

Altri vantaggi? Di sicuro ce ne sono. In media un libro cartaceo costa oltre 10 euro, un best seller ancora di più, può superare i 20 euro.
E’ vero che potremo sempre ripiegare su di una versione economica, ma prima che esca sul mercato è possibile che trascorrano anni, senza tralasciare poi il discorso rilegatura.
In molti casi la rilegatura dei libri è disastrosa. Non mancano i casi in cui i fogli volano perché attaccati male e allora,

perchè continuiamo a parlare del fascino dei libri?

Un libro in PDF costa molto meno, spesso 3-4 euro, ma vi sono anche libri ad un prezzo leggermente maggiore, che si assesta attorno ai 7 euro, ma raramente un libro in formato PDF costa più di 15 euro, anche quando si tratta di uscite molto recenti.

Se state cercando un classico, che si tratti di Shakespeare, Calvino, Sciascia, Moravia, non abbiate paura e non commettete l’errore di pensare che esistano solo in versione cartacea, perchè non è così.

Oggi infatti è possibile trovare ogni titolo in versione in PDF. Sotto questo punto di vista leggere in PDF fa bene anche alle tasche.
Dimenticatevi definitivamente di andare nella libreria di fiducia, ordinare il libro e magari attendere settimane e fare lunghe file per pagarlo. Quando hai in mano un tablet che legge i PDF in pochi secondi il libro sarà caricato sul nostro dispositivo, senza la minima difficoltà.
Per chi ama la lettura, leggere in PDF è come avere il mondo in una borsa, senza però un peso eccessivo.
Anche se non avremo la visibilità del nostro amore, inteso come chili e chili di libri nel nostro zaino a tracolla, assicuriamo che l’amore resterà invariato, anche se meno evidente, con buona pace della nostra colonna vertebrale.

You may also like

Leave a comment